Dado Clinico

Il dado clinico: Scythe

Denominazione del medicinale 

Scythe (Jamey Stegmaier) 

Editore: Ghenos 

Classe farmacologica: 

Asso pigliatutto, cannabinoide allucinogeno, oppiaceo “tanto smetto quando voglio” (basta crederci… e in molti lo fanno). 

Composizione qualitativa e quantitativa 

Plance giocatore in cartoncino del miglior spacciatore, un tabellone di gioco trasformabile (con piccola spesa aggiuntiva) da medio-grande ad affresco della Cappella Sistina, decine di segnalini risorse, monete di cartone, carte combattimento (gialle), carte obiettivo (beige), carte incontro (verdi) e forse anche un mazzo di tarocchi. E miniature, miniature ovunque, senza pietà. 

Posologia e modo di somministrazione 

Da 1 a 5 giocatori (dall’età del motorino in su) per una durata totale di 115 minuti (si, esatto! 115, minuti: avete letto bene. Non chiedetemi perché…è scritto sulla scatola e sul manuale). Con la prima delle mille espansioni è possibile giocare in sette con due nuove fazioni. La durata però potrebbe salire da 115 minuti a 117.

Descrizione del prodotto

Appartiene alla classe scelta azioni multiple, controllo territorio e gestione risorse. In ordine di turno ciascun giocatore sceglie una delle 4 colonne della propria plancia fazione e decide se effettuare una, entrambe (dall’alto al basso) o nessuna delle 2 azioni disponibili su tale colonna, piazzandoci il segnalino azione del proprio colore. Le azioni disponibili permetteranno di muoversi sulla mappa, ottenere risorse commerciando o produrle tramite i propri lavoratori sulla mappa, schierare i propri robottoni (sbloccando così nuove abilità della propria fazione), costruire nuove strutture, domiciliare la bolletta della luce e così via… Interessante è il meccanismo di fine partita: vi sono diversi obbiettivi comuni (piazzare 4 robottoni, costruire 4 strutture etc…) e ciascun giocatore può piazzare una stella del proprio colore su tale obiettivo una volta soddisfatti i requisiti: il primo giocatore che piazza la sesta stella decreta la fine della partita, con il conseguente conteggio dei punti finali (grazie all’aiuto di una tabella di conversione). 

Controindicazioni 

Appassionati di giochi che non durano 115 minuti esatti, fomentati di Warhammer 40000 (nonostante le miniature possano fare pensare il contrario, il combattimento non è sicuramente un aspetto fondamentale del gioco, anzi), amanti della quiete e della compostezza al tavolo di gioco. 

Speciali avvertenze e precauzioni per l’uso 

Crea forte dipendenza. Assicurarsi, con debito anticipo rispetto alla prima somministrazione, di poter aver accesso ad un centro di disintossicazione nella propria zona. In caso contrario rivolgersi al proprio medico (se dovessi essere io evitate le chiamate, avete il permesso di assumere il farmaco oltre ogni restrizione) o ad un gruppo di auto-aiuto (ne esiste uno numeroso a Vigevano). Imprecazioni pesanti non possono essere escluse a priori. 

Effetti indesiderati 

In letteratura è descritto un caso di somministrazione del farmaco per tre giorni di fila. I soggetti non hanno riportato danni cerebrali ulteriori a quelli già presenti.